In Cammino Con Roberto Straccia

Associazione di Volontariato ONLUS – via Piane Aso 42, 63826 Moresco – tel 3394356472 – www.robertostraccia.it – associazione@robertostraccia.it – c.f. 90057960446

In campo con Roberto: ogni edizione una nuova emozione.

E’ caldo, domenica 21 luglio. Ma ancora più caldi sono gli animi degli amici di Roberto: è tempo di celebrare, ricordare, stare insieme, divertirsi. Un weekend costellato di eventi ed impegni che fino all’ultimo ha fatto pensare agli amici di Roberto di desistere…ma il cammino non deve arrestarsi mai.

In campo con Roberto: ogni edizione una nuova emozione.

Infatti come da tradizione le squadre alle 17 erano in campo. Saluti di rito e soprattutto il saluto di Mario Straccia e Fulvio Vagnarelli, uniti da un tragico destino e da un impegno: non mollare mai.

Toccante la testimonianza di Mister Celani, che ha avuto la fortuna di conoscere ed allenare sia Roberto che Marco Vagnarelli: ci ha raccontato un pò questi ragazzi da amico ed allenatore, una prospettiva inedita per noi e che ci ha mostrato quanto le nostre storie si fossero già incontrate.

La partita è stata costellata di bellissime giocate anche se qualcuno dei partecipanti ormai si diletta solo in maniera occasionale con gli scarpini.
Sul risultato di 3 A 0 per gli amici di Roberto entra Rosita, nipote di Marco, dando una scossa ai compagni siglando il gol del 3-1: già gli anni passati l’avevamo vista sul campo e ogni hanno è una sorpresa!

In campo con Roberto: ogni edizione una nuova emozione.

Non solo Calcio!

Come da tradizione, non solo calcio: tra il primo ed il secondo tempo Aurora Marinucci ci ha deliziato delle sue performance canore interpretando Controvento di Arisa e Rolling in the Deep di Adele.



A qualche secondo dalla fine e sul 4-3 per gli amici di Roberto un autogol di Marcello Ortu porta in parità la partita: un caso?
Forse no, del resto il nostro obiettivo non è vincere, ma condividere e stare insieme.

In campo con Roberto: ogni edizione una nuova emozione.


Al triplice fischio di Simone Petrini, disponibilissimo ancora una volta ad arbitrare l’incontro i ragazzi si abbracciano e virtualmente lo fanno anche gli spettatori sugli spalti: ancora una volta a vincere è la voglia di ritrovarsi, stare insieme, far sapere a queste famiglie che gli amici di Roberto, Marco e Paola ci sono. Anche se le loro vicende sono differenti entrambe sono unite da un filo conduttore: avere giustizia. Un obiettivo, una promessa di insistere e non smettere di lottare come una canzone ormai “classica” di questo evento recita al rientro negli spogliatoi, “non mollare mai” di Gigi d’Alessio.

In campo con Roberto: ogni edizione una nuova emozione. ultima modifica: 2019-07-22T16:20:41+02:00 da