In Cammino Con Roberto Straccia

Associazione di Volontariato ONLUS – via Piane Aso 42, 63826 Moresco – tel 3394356472 – www.robertostraccia.it – associazione@robertostraccia.it – c.f. 90057960446

Category: Notizie e media

La ricerca della Verità continua. L’intervista a “Chi l’ha visto” sul nuovo verdetto della Cassazione.

La ricerca della Verità continua. Lintervista a Chi lha visto sul nuovo verdetto della Cassazione.

“Non si smette di essere padre neanche se tuo figlio muore.”

Mario Straccia

Queste le parole di mario Straccia, dopo il lungo ed emozionante servizio che riassumeva la storia di Roberto. Il verdetto della Cassazione è un piccolo passo ma che apre nuovi scenari e soprattutto ha fatto luce sulla strada da seguire per cercare la verità.

Importanti anche le parole dell’avv. Mecchi: è una vittoria importante contro un sistema che ci ha tanto ostacolato, senza che questo però ci tolga fiducia nella Magistratura.

Continuiamo ad andare avanti, insieme, verso la Verità.

La puntata su Rai Play dal minuto 47.

La Verità è una strada tortuosa: la percorreremo insieme a Roberto.

La Verità è una strada tortuosa: la percorreremo insieme a Roberto.

la notizia non ci coglie totalmente di sorpresa: sebbene con discrezione seguiamo il caso con la famiglia Straccia. A modo nostro siamo al loro fianco facendo la cosa che ci rimane più naturale: fare del bene in nome di Roberto.

Quando queste notizie aprono uno spiraglio per la famiglia, non possiamo che gioirne e sperare che siano stimolo a continuare a cercare la verità. Se servirà il nostro supporto Mario e la sua famiglia sapranno dove trovarci, e saremo pronti a camminare insieme.

La Cassazione archivia l’inchiesta. “Roberto Straccia, non fu omicidio”.

La Cassazione archivia linchiesta. Roberto Straccia, non fu omicidio.

L’articolo del Messaggero riguardo l’archiviazione non ci coglie totalmente di sorpresa.

Da sempre combattiamo con la reticenza delle istituzioni, le zone grigie delle indagini e i tanti dubbi che nessuno vuole aiutarci a risolvere.
Tanti nodi che non vengono al pettine, tante domande senza risposta ci tormentano.

C’è solo una cosa di cui esser certi, e lo ribadiamo ancora una volta e con immutata fermezza a Mario, Rita, Lorena e tutta la famiglia Straccia: noi non vi lasceremo soli e continueremo a camminare con voi. Qualunque strada troverete e troveremo da seguire, la faremo insieme.

La verità sembra lontana ma dalla nostra abbiamo il tempo, la forza, la determinazione. Anche quando e se sarete stanchi, sappiate che noi ci saremo a prendervi per mano e fare tutto ciò che possiamo per rendervi più lieve il cammino.

I ragazzi dell’Associazione “In cammino con Roberto Straccia” e tutti gli amici di Roberto e della sua famiglia.

Dentro e fuori dal campo: il nostro cuore è con Roberto.

“La vostra battaglia è la nostra battaglia.  La ricerca della verità, questo vostro vivere quotidiano è anche un pò nostro”.

Le parole di Luca Pezzani, Sindaco di Petritoli, hanno aperto la serata durante i saluti di rito. Una frase, un impegno che tutti coloro che si trovavano in campo così come sulla tribuna hanno fatto proprio e perseguono da sempre.

Inizia così la sesta edizione di “In campo con Roberto”, la prima in notturna.

In campo gli amici di sempre di Roberto insieme agli amici di Marco e Paola. Marco aveva partecipato più volte alle partite in memoria del nostro amico: amici in comune, esperienze comuni che hanno cementato il rapporto tra due famiglie unite da un destino tragico e che nell’affetto di amici vicini e lontani trovano la forza di continuare a combattere.

Dentro e fuori dal campo: il nostro cuore è con Roberto.

Oltre al sindaco di Petritoli e di Moresco nostre gradite ospiti Anna Rosa Cianci e Cassandra Steca in rappresentanza di Save the Children italia: dopo l’iniziativa “Tutti liberi ed uguali” il legame con la nostra associazione è diventato ancora più solido.

Le partite giocate su tre tempi da 20 minuti hanno visto i ragazzi impegnarsi sul campo nel segno di rispetto e sana competizione: a vincere come sempre è la voglia dis tare insieme e ricordare.

Non a caso la partita finisce sul tre pari dopo l’ultimo gol della piccola Rosita, la nipote di Marco: non c’è stato bisogno di rigori o spareggi, lo sport e la voglia di stare insieme avevano già vinto.

A fare da contorno alle sfide le voci dei piccoli ragazzi vincitori del Baby Festival di Petritoli: voci giovani e spensierate che ci ricordano, ancora una volta, che il nostro futuro sono i giovani come anche Anna Rosa Cianci ha ricordato parlando dei progetti di Save the Children.

A chiudere la serata una splendida interpretazione della piccola Aurora sempre dal Baby Festival di “My heart will go on”. Una canzone tanto difficile da interpretare quanto calzante con la serata e che ha accompagnato i ragazzi in campo così come i tanti intervenuti in tribuna verso casa con una nuova e più forte voglia di ricordare i loro amici oggi e per sempre.

Vicino, lontano, ovunque tu sia
Io credo che il cuore, sì, vada avanti
Ancora una volta hai aperto la porta
E sei qui, nel mio cuore
E il mio cuore andrà avanti ancora ed ancora

Sei qui, non c’è nulla di cui abbia paura
E so che il mio cuore andrà avanti
Rimarremo per sempre così
Tu sarai salvo nel mio cuore, e il mio cuore continuerà ad andare avanti ed avanti.